Prima puntata di Push the Pedal, i documentari di BiciLive.it dedicati a chi, nella vita, spinge sui pedali guardando sempre avanti con in mente una sola cosa: il proprio personale traguardo da raggiungere.

“…diciamo che mi sento un po’ più uomo” questa è la frase che mi ha colpito di più di questo documentario girato da Pietro Baraggi e Tommaso Lupi, dedicato ai ragazzi di MB Crew di Milano. Simone Amoni, Federico Saoner e Edoardo Gripia, tre amici che si sono conosciuti per caso nelle strade di Milano, vite diverse unite poi da un’unica passione: la BMX. Dopo aver “chillato” per anni sui muretti in Stazione Centrale e carvato sui quarter del Parco Lambro, un giorno di un anno fa, rientrando dalle vacanze estive, si guardano allo specchio, soprattutto Simone che ha un figlio in arrivo, e si rendono conto di dover far qualcosa nella vita… Sanno andare in BMX e le sanno riparare. Inziano ad avere una prima idea, aprire un negozio, ed hanno la fortuna di trovarne uno in affitto in zona Lambrate, di un vecchio signore che spera di veder nascere finalmente un’attività differente dalle decine di panetterie in quella zona. Il negoziante decide di dare una mano a questi “scappati di casa” e pure i genitori di Edoardo vengono in aiuto. In un anno avviano il negozio, prima con le BMX e bici urban, poi trovano la vocazione nel restauro di bici vintage. La loro vita è cambiata, hanno trovato un lavoro grazie alla loro passione e non girano più tutto il giorno come prima, ma ogni tanto, quando chiudono la saracinesca dopo una giornata di lavoro, tornano a chiudere trick sotto i lampioni del Parco Lambro.

In bocca al lupo ragazzi, BiciLive.it è nato con la stessa passione e lo stesso entusiasmo che avete voi! Matteo Cappè

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Il primo network dedicato interamente alla bicicletta e a tutte le sue forme: dalla mountainbike alla strada, dalla e-bike alla fixed, dalla bici da bambino alla bici da pro.