Share with your friends










Inviare

Nel corso degli anni Kink, oltre a sfornare gran belle biciclette, telai, componenti e abbigliamento, ha saputo mettere insieme un team di assoluto valore, che recentemente ha dato sfoggio di abilità di alto livello nel video collettivo Intervention.

Lo street rappresenta, prima di tutto, spettacolo e grande libertà espressiva: se è vero che ogni atleta e sportivo differisce dagli altri, questo è ancora più valido e veritiero nello street, ed è il dato che risalta in questo splendido collage di immagini, trick allucinanti, cadute rovinose e città conquistate dalle due ruote preferite da queste parti.

foto di Dan Coller, bmx rider del Team Kink

Dan Coller del Team Kink alle prese con la “Lil Dan Sequence”.

Girato nell’ultima parte del 2015, Intervention vede dietro la macchina da presa, come accade spesso nel mondo BMX, le stesse persone che poi compiono incredibili evoluzioni in sella. I vari trick sono infatti filmati da atleti come Calvin Kosovich, Darryl Tocco e Dan Coller, ed è entusiasmante notare quanto siano bravi sia con la telecamera che con pedali e manubrio.

Il resto della squadra Kink è composto da nomi noti quali Sean Sexton, Bob Randel, Chad Osburn, Travis Hughes, Chris Doyle, Ben Hittle, Aaron Smith, Albert Mercado, Lloyd Wright, Tony Hamlin e altri ancora.

Insieme, questi pazzi scatenati hanno esplorato vari angoli urbani della California, East Coast statunitense, Barcellona, Lettonia e Costarica, senza però disdegnare gli ambienti meno metropolitani, e quindi spazio anche a parchi, rampe, boschi e tutto quel che la natura può offrire a una BMX.

foto di Darryl Tocco, rider bmx Team Kink in posa con la sua BMX

Darryl Tocco in un momento di riposo, in posa con la sua BMX Kink.

Dovendo indicare un solo nome, il nostro preferito in Intervention è Darryl Tocco, che piazza alcuni trick insieme originali e difficili facendoli sembrare qualcosa di molto semplice, facendoci ricordare lo stile del nostro Simone Barraco.

E sul finire di Intervention, il brand di Rochester lascia spazio a Dan Coller.
Entrato nel team Kink nel 2014 con una azzeccata mossa di campagna acquisti, proprio quando vari altri marchi, sull’onda della crisi, diminuivano i loro organici, Coller è uno dei rider più scatenati degli ultimi tempi.

Difficile, guardando le sue imprese, capire dove finisce il coraggio e comincia l’incoscienza: Dan spreme tutto il possibile sia dalla sua BMX che dall’ambiente urbano, e siamo sicuri che in questo 2016 lui e tutta la squadra Kink sapranno offrirci altri filmati spettacolari come Intervention.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.